Fin qui tutto bene

Un tale - fin qui tutto bene
Un tale

A leggere il cinguettìo di “Mettiu” Ransie dopo la sberla incassata alle recenti comunali un sorriso potrebbe anche scapparci: la sua raffazzonata “analisi” del risultato elettorale è comica, addirittura più imbarazzante di un vecchio che tenta di scopare.

Ransie somiglia sempre più a quell’uomo che si ripete continuamente “fin qui tutto bene” mentre precipita da un palazzo . Perché ovviamente “il problema non è la caduta, ma l’atterraggio”*.

L’asfalto è vicino.

 

*cit. da La Haine, Mathieu Kassowitz 1995

Rispondi