La triste storia di un pover’uomo

Marte, 13 febbraio 2162

C’era una volta un membro del Parlamerdo molto triste: aveva la testa a forma di imbuto, lo sguardo poco acuto e scarsa personalità. Era un poraccio, un uomo che non aveva niente da dire se non cattiverie nei confronti delle persone che si volevano bene, in particolare alle persone che si volevano tanto bene ed erano dello stesso sesso.

C’era una volta questo pover’uomo incapace di esprimere un pensiero, di catalizzare l’attenzione delle persone per un’intuizione, un’idea, una proposta per migliorare la società.

C’era una volta un oscuro e inutile figuro che, avendo avuto una mestissima vita sessuale, odiava tutti coloro che godevano e sorridevano alla vita.

C’era una volta, in Itaglia, tanto tempo fa, un uomo triste che equiparava il bacio tra due donne a una pisciata per strada. Nessuno gli aveva spiegato che ognuno si bacia e ama con chi stracazzo gli pare.

Oggi, qui su Marte, ricordiamo lo squassante e forte peto collettivo che lo ha spazzato via come una merda secca.

Rispondi